Centralino: +39 0373 2061

La rete di sinergie avviata nel corso del 2023 da Fondazione Benefattori Cremaschi Onlus finalizzata all’investimento di nuove partnership con le realtà del territorio prosegue con ottimi risultati.

È stata infatti rinnovata la convenzione in essere con il Circolo ACLI Crema aps. L’accordo, nato appunto dalla volontà di FBC di essere parte attiva nella vita della Comunità e vicina ai bisogni dei concittadini, proseguirà per tutto il 2024, con l’utilizzo del locale sito in Palazzo Tadini da parte di ACLI per svolgere attività di mediazione abitativa, aggregazione comunitaria ed anche un servizio di assistenza fiscale dedicato ai Dipendenti della Fondazione e ai loro Famigliari.

In particolare, nello spazio della Fondazione ACLI metterà a frutto le azioni previste della Coprogettazione del Comune di Crema, nello specifico le attività di mediazione abitativa previste dal Programma 6, denominato “Servizi abitativi”.

“Continuiamo a dare il nostro supporto alla Coprogettazione di Crema, mettendo a disposizione un nostro spazio per lavorare insieme sul tema dell’abitare dei Cittadini anziani e promuovere azioni comunitarie finalizzate alle opportunità di incontro nei contesti abitativi”, spiega la presidente Bianca Baruelli. Nello stabile risiedono attualmente 20 nuclei famigliari che sono coinvolti nel progetto “SPA – Spazi di promozione e attivazione”, finanziato da Regione Lombardia, del quale FBC è capofila e Acli è soggetto partner.

“Lo spazio gestito in convenzione è diventato un punto di riferimento per gli abitanti degli alloggi pubblici di Palazzo Tadini e in generale per gli inquilini dei complessi del centro cittadino. Vi si rivolgono per informazioni e consulenze su temi inerenti la propria condizione abitativa, evidenziando non solo necessità ma anche disponibilità ad essere coinvolti in attività comunitarie. Per questo motivo grazie al progetto SPA si intendono fare proposte di coinvolgimento attivo, in riferimento in particolare ai nuclei anziani, volto a migliorare la qualità del proprio abitare”, aggiungono dalle ACLI.

La convenzione sarà in essere sino al 31/12/2024