Centralino: +39 0373 2061

PRESA IN CARICO LEGGERA, SOSTEGNO ALL'AUTONOMIA E SOCIALIZZAZIONE

Il progetto cercherà di raggiungere i suoi obiettivi mediante un attento  lavoro di attivazione comunitaria e di progettazione partecipata. L’idea è mettere in campo delle azioni che possano non solo generare opportunità di incontro e scambio ma anche attivare responsabilità e competenze dei diversi quartieri della Città,  intercettare gli anziani prima della insorgenza di un evento critico e  generare un sistema di azioni in grado di interporsi tra la vita ordinaria degli anziani e delle loro famiglie e gli eventi critici, mediante un continuum di cura che dall’animazione comunitaria procede verso attività di presa in carico leggera.

FBC Onlus si è aggiudicata il bando regionale per gli Enti del Terzo Settore con il progetto “SPA – Spazi di promozione e attivazione: il benessere degli anziani nella comunità”

A fianco di Fondazione Benefattori, un gruppo di partner che condividono la mission: le Associazioni Aima; Insieme per la famiglia; Tartaruga; il Circolo Acli e la Casa del Pellegrino.

Al progetto, inoltre, contribuiscono realtà del Territorio che da sempre dimostrano una particolare sensibilità ai temi della Cura, degli scambi intergenerazionali e del benessere sociale e delle Comunità Solidali (Comune di Crema, l’Asst Crema, Comunità Sociale Cremasca, l’IIS Sraffa, il Centro Ricerca Galmozzi, l’Auser cittadina, l’Asd Overlimits e la Cooperativa Ergoterapeutica). Il progetto ha un volume di € 120.000 e si svilupperà sino al giugno 2025.

Una rete importante per il raggiungimento degli obiettivi progettuali, che contano di anticipare ed individuare nuove fragilità mediante azioni di aggancio e presa in carico leggera, sostegno all’autonomia, socializzazione e che mettono al centro l’idea di una Comunità capace di farsi carico anche dei propri anziani.

Il progetto, ci racconta la Dott.sa Annalisa Mazzoleni, Direttore Socio-Sanitario della Fondazione “cercherà di raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi mediante un attento lavoro di attivazione comunitaria e di progettazione partecipata. L’idea è mettere in campo delle azioni che possano non solo generare opportunità di incontro e scambio ma anche attivare responsabilità e competenze dei diversi quartieri della Città,  intercettare gli anziani prima della insorgenza di un evento critico e  generare un sistema di azioni in grado di interporsi tra la vita ordinaria degli anziani e delle loro famiglie e gli eventi critici, mediante un continuum di cura che dall’animazione comunitaria procede verso attività di presa in carico leggera. Gli obiettivi interessano più aree di benessere, e allo stesso tempo mirano ad attivare le risorse e capacità del territorio e delle persone favorendo il lavoro di rete.”

Tra le azioni principali:

RETI PER UN ABITARE IN PROTEZIONE
Il lavoro di FBC Onlus, parte dal sostegno abitativo, grazie al proprio patrimonio immobiliare – che comprende i Mini Alloggi Protetti -. L’Ente, infatti, intende abbattere i costi di affitto per rispondere all’emergenza abitativa degli anziani fragili, usufruendo di parte del contributo previsto dal bando. Un servizio da intendersi temporaneo, a medio termine, per accompagnare la persona ad una completa autonomia, con il supporto anche degli sportelli di mediazione abitativa di ACLI e con il supporto dei Servizi Sociali del Comune di Crema.

GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO
Partiranno anche i gruppi di mutuo aiuto di AIMA e del Consultorio Insieme; per AIMA il tema sarà il supporto ai caregiver di malati affetti da demenza per il Consultorio Insieme due gruppi uno per l’elaborazione del lutto ed uno per il supporto ai caregiver sui carichi di cura.

AZIONI DI COMUNITÀ E DI PROMOZIONE DEL BENESSERE BIO PSICO SOCIALE
AIMA, propone i gruppi di Stimolazione Cognitiva per i pazienti affetti da demenza in fase iniziale o lieve/moderata, che spaziano dalla ginnastica dolce alla lettura di quotidiani, in un’ottica di prevenzione della malattia e rallentamento dei sintomi.

Casa del Pellegrino, che propone attività di socializzazione sia culturali che ricreative, specifiche per il target d’età. Tra queste la visita guidata alla Basilica di Santa Maria, cui seguirà il pranzo comunitario, e quattro domeniche pomeriggio durante le quali sarà offerta una merenda unitamente ad un’attività ludica.

L’Associazione Tartaruga proporrà momenti di socializzazione per malati di Parkinson e attività integrative

Fondazione Benefattori Cremaschi, il Consultorio Insieme e Acli attiveranno nei quartieri e presso la Sala spazio Città della Fondazione nell’Ex Misericordi innumerevoli laboratori a tema.

PUNTI DI ASCOLTO
Diversi sono i Punti nei quali garantire un ascolto competente, dove offrire informazioni e orientamento ai Cittadini e alle famiglie al fine di: -offrire un sostegno sociale all’anziano e alla sua famiglia, -connetterlo alle diverse opportunità del territorio, – dare Informazioni di natura legale ed amministrativa a fruizione dei propri diritti.

L’azione progettuale mira a mettere in rete i punti di ascolto dei partner di progetto  AIMA e Tartaruga attraverso linee telefoni che dedicate (AIMA 0373 206514 / 353 4497493, associazione  Tartaruga 338 8880812) Fondazione Benefattori Cremaschi attraverso lo sportello d’ascolto Sociale dove offrire  Informazione e orientamento di natura socio sanitaria, Ascolto e prima consulenza riguardo problematiche legate alla cura dell’anziano;  Orientamento nel favorire l’utilizzo della rete delle risorse e servizi presenti sul territorio (0373/206475  mail: assistentesociale.rsa@fbconlus.it),  Consultorio Insieme attraverso lo sportello d’ascolto Sociale ( 0373 82723) e Acli Crema  attraverso lo sportello di mediazione abitativa.

Tutte gli sportelli saranno in costante raccordo operativo sia con i servizi sociali territoriali che con il futuro punto unico di accesso di ASST Crema.

SVILUPPO DI RETI PER LA PROMOZIONE DEL BENESSERE DEGLI ANZIANI
L’Azione sarà curata dalla Fondazione Benefattori Cremaschi e dal Consultorio Insieme e partirà da Gennaio 2024 con l’obiettivo di garantire una sempre maggior circolarità di informazioni e consapevolezze tra gli attori istituzionali che si occupano della fragilità. Le attività ed iniziative del territorio, sia dei partner progettuali che dei servizi distrettuali esistenti, verranno portate alla conoscenza del Medici di medicina generale, in particolare quelle relative al tema Abitare, Assistenza al domicilio, Demenze, Parkinson affinché vengano sensibilizzati e informati sui servizi esistenti

PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA TERZA ETÀ
Non mancheranno nel corso del progetto momenti dedicata alla promozione della cultura della terza età. Da subito in calendario due momenti 17/11 formazione specifica sul tema della presa incarico multidisciplinare del paziente Parkinsoniano promossa dalla Fondazione unitamente ad ASST Crema e associazione Tartaruga Crema e a seguire 24/11 una giornata di sensibilizzazione al Parkinson coinvolgendo le scuole del Territorio Istituto marazzi e Cr Forma.